Giornata Regionale dei Diaconi Permanenti, Nola 30 maggio

Il 30 maggio 2015, negli accoglienti locali del Seminario Vescovile di Nola, si è svolta la Giornata Regionale dei Diaconi Permanenti.
Quest’appuntamento, ormai entrato nella vita di tutti i Collegi Diocesani, segna uno dei momenti forti delle attività, perché costituisce un’ottima occasione di crescita spirituale, e ministeriale.

A quest’avvenimento hanno partecipato Giornata Regionale dei Diaconi Permanenti 1Sua Eccellenza Mons. Arturo  Aiello, Vescovo di Teano e Delegato per il Clero della Conferenza Episcopale Campana, i Delegati Vescovili delle Diocesi di Benevento don Luigi Mazzone, di Napoli  Mons. Vincenzo Mango e di sant’Angelo dei Lombardi-Conza-Nusco e Bisaccia Fra Paolo Maria Barducci e oltre 100 Diaconi e mogli provenienti dalle Diocesi di Acerra, Alife, Aversa, Capua, Caserta, Napoli, Nola, Salerno, Benevento e Sant’Angelo dei Lombardi-Nusco-Bisaccia-Conza, fraternamente accolti dal Rettore del Seminario Mons. Gennaro Romano, Don Salvatore Spiezia, Delegato Vescovile per il Diaconato Permanente della Diocesi e dai Diaconi della Diocesi Nolana con il Diacono Luigi Sorrentino, loro Referente.
Dopo il saluto e i ringraziamenti a Sua Eccellenza Mons. Beniamino Depalma, Vescovo di Nola, a S.E. Mons. Aiello e ai convenuti da parte del Coordinatore Regionale diacono Giuseppe Daniele, Mons Aiello ha presieduto la Celebrazione delle Lodi.
Quindi  il Vescovo Mons. Aiello ha aiutato tutti a contestualizzare il brano biblico  proclamato (Mt 19,3-  in questo momento quando  assistiamo a un crollo verticale di tutti i valori morali.
Il testo evangelico riportato da Matteo ci riporta il dialogo tra Gesù e i Farisei a proposito del divorzio, quando rispondendo all’analoga domanda dei Farisei, Gesù li rimanda alla lettura del brano biblico della Genesi (Gn 1,27-28), che detta le condizioni di vita all’uomo e la donna di tutti i tempi, in tema di fedeltà e valori etici e morali.  In questo cointesto il Vescovo ha ricordato a tutti i presenti il ruolo del Diacono nella vita di fede di oggi, quando siamo chiamati a testimoniare la nostra fede e ad aiutare i nostri fratelli in un momento in cui in particolare la Famiglia, istituzione divina come recita il testo biblico, è minata sin dalla sua costituzione.Giornata Regionale dei Diaconi Permanenti - Nola 2
Spesso ci impegniamo in discussioni su argomenti, se pur importanti, ci portano lontano e ci fanno perdere tempo e posizioni nella “lotta” per il bene. Mentre è fondamentale far prevalere su tutto e tutti focalizzare l’attenzione e tutto il nostro impegno sul disegno di Dio da lui voluto sin dall’origine dell’uomo.
La Concelebrazione Eucaristica presieduta da Sua Eccellenza Mons. Beniamino Depalma, che ha visto riuniti tutti intorno alla mensa della Parola dell’Eucarestia, ha chiuso la prima parte di questa meravigliosa esperienza di fraternità.
All’omelia il Vescovo di Nola, commentando le pagine bibliche proclamate (Sir 51, 17-27 e Mc 11,27-33), ha posto l’accento sul ruolo del Diacono nella Chiesa partendo dalla figura di Gesù Cristo, il Messia venuto tra gli uomini per essere al servizio della Preghiera e della Parola per riscattare l’umanità dalla schiavitù del peccato e della morte e dare a tutti la vita eterna.
Dopo l’agape, momento vissuto in fraternità e gioia che ha dato a tutti la possibilità anche di crescere nello scambio delle esperienze ministeriali, molti degli intervenuti si sono recati nella vicina Cimitile per la visita al complesso archeologico delle Basiliche Paleocristiane, guidati da alcune preparatissime guide locali che hanno dato l’opportunità di conoscere meglio la nostra storia locale.
Il complesso delle Basiliche Paleocristiane di Cimitile, splendida testimonianza della storia della cristianità occidentale, presenta, in un’area di c.a. 9.000 mq, ben sette edifici di culto risalenti all’epoca paleocristiana e medievale dedicati ai santi Felice, Calionio, Stefano, Tommaso e Giovanni, ai Ss. Martiri e alla Madonna degli Angeli sui quali domina la chiesa  parrocchiale costruita alla fine del ‘700.
E’ da rilevare che il complesso comprende circa tredici edifici di culto tra  resti di  basiliche e chiese decorate con splendidi affreschi e mosaici. In particolare  la chiesetta dei Santi Martiri, interamente affrescata,   è costruita con i materiali di risulta della preesistente necropoli romana e presenta pregevoli affreschi e ornamenti architettonici.Giornata Regionale dei Diaconi Permanenti - Nola
Al centro del complesso c’è la tomba di San Felice prete che fu sepolto alla fine del III secolo, nella necropoli al nord di Nola.
Da ammirare gli affreschi e i bassorilievi che adornano alcune sale. Unanime l’apprezzamento per lo svolgimento di questa giornata e per la ricchezza di doni ricevuti dalla condivisione della Preghiera, della Parola, dell’Eucarestia che permette a tutti di continuare con maggior lena a vivere il proprio Ministero, Presbiterale, Diaconale e di spose.
Appuntamento per tutti ai prossimi impegni ricordati nel corso dell’odierno incontro, che vedono protagonisti tutti i Diaconi e le loro Spose, chiamati a vivere e testimoniare l’infinito Amore di Dio, Padre della Misericordia, nel loro ambiente quotidiano.

Diacono Giuseppe Daniele

Clicca qui per leggere il documento conclusivo redatto al termine dei lavori del Coordinamento Regionale dei Diaconi Permanenti